•  
  • Riso Vialone Nano, Principato di Lucedio, 500gr.

    Riso Vialone Nano, Principato di Lucedio, 500gr.

    Poeta minore

    Rispetto al 'fratello maggiore' Carnaroli è più corto e minuto: il chicco del Vialone Nano è però altrettanto ricco in amilosio (e tiene la cottura senza divenire colloso); prestandosi così tanto ai risotti quanto a preparazioni 'sgranate' (minestre e insalate). Aggiungete la cura nobiliare per il prodotto di Principato di Lucedio... Otterrete un sogno, in qualsiasi piatto




    Produttore:

    Abbazia di Lucedio, Trino, provincia di Vercelli: è qui che i monaci cistercensi nel Quattrocento per primi introdussero in Italia la coltivazione del riso. Attraverso una storia ricca di vicissitudini, passata attraverso il dominio pontificio e poi sotto possesso napoleonico grazie al posizionamento strategico lungo la via Francigena, è oggi una fiorente azienda agricola impegnata nella produzione di risi straordinari: la grande vocazione dell'area, unita a strategie produttive di basso impatto ambientale e ad una conoscenza dei processi lunga secoli, restituiscono grani capaci di regalare a qualsiasi risotto una ricchezza che porta con sé il gusto della storia.